La zucca: lato B

7 ottobre 2012
Ecocucina

Della zucca normalmente si scarta il 50% ovvero la buccia, i filamenti interni e i semi. In realtà può essere consumata al 100% e anche la buccia dall’aspetto coriaceo è commestibile dopo essere stata cotta, diventando cremosa e gustosa. I semi possono essere tostati e sgusciati e aggiunti a minestre e insalate.

Crema di buccia di zucca con uvetta e biscotti

Ingredienti

300 g di buccia della zucca gialla

6 g di agar agar

200 ml latte vegetale

80 g di sciroppo di riso

Scorza di 1 limone

1 manciata di uvette

4 biscotti secchi

Preparazione

Lavate bene la zucca prima di sbucciarla. Mettete la buccia della zucca in pentola a pressione, copritela d’acqua e cuocetela per 15 minuti dal fischio. Trascorso questo tempo, sfiatate la pentola, scolate la buccia e riducetela in crema con uno schiacciapatate. Scaldate il latte e quando è bollente unite la crema di buccia di zucca, la scorza grattugiata di un limone e lo sciroppo di riso. Lasciate sobbollire per 10 minuti quindi unite l’agar agar scolata e strizzata e l’uvetta; mescolate e versate in uno stampo o in stampini monoporzione. Riponete in frigorifero e lasciate raffreddare per almeno due ore prima di servire. Completate con i biscotti sbriciolati e gustate.

Cosa ne pensi? Di' la tua
PREC. Regole e suggerimenti alimentari SUCC. Consigli per la seconda decade di ottobre
Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *