Considerazioni per il mese di agosto

8 agosto 2012
Orto e giardino

Considerazioni generali


Il mese di agosto è caratterizzato da un andamento secco; le forze planetarie sono poco favorevoli alla manifestazione del calore tipico di agosto. E’ probabile che le pioggie siano più frequenti nelle zone montuose e che le pianure siano assetate. Dal 12 del mese probabilmente le rugiade notturne saranno molto abbondanti. Bisognerà tenerne conto per eventuali controlli di funghi patogeni. Il periodo favorevole per i trapianti è dal 14 al 25, mentre i giorni sfavorevoli alle lavorazioni e alle semine sono 13,18, 23,25 e 26. E’ possibile incenerire le mosche e i tafani nel giorno 10 di mattina e spargere le ceneri sui campi che dovranno produrre il fieno e nei dintorni delle case.

Orto
Ora nell’orto si possono seminare anche le carote, specialmente nei primi giorni del mese. Il giorno 1 e 2 sono i più favorevoli se lavoriamo il terreno la sera tardi e seminiamo al mattino ; avremo così meno erbe infestanti e piante più vigorose. I trapianti vanno sempre eseguiti di sera e sempre con un terreno pulito da infestanti ed inumidito moderatamente il giorno prima. Possiamo trapiantare tutti i cavoli e tante varietà di ortaggi, ma fate attenzione a come si presentano le notti e se il mattino è fresco… Con queste condizioni si sviluppa facilmente in tutte le brassicacee un parassita chiamato Altica o pulce della terra . L’Altica è un coleottero piccolino, nero, che provoca delle punture sulle foglie e limita la crescita delle piante: per chi fa agricoltura biologica è un vero flagello. Quando le notti ad agosto si rinfrescano questo coleottero scompare o limita enormemente il proprio danno. Per questo a volte conviene osservare qual è il momento propizio, considerando le condizioni climatiche nel proprio contesto… Se si deve però seminare o trapiantare è bene usare dei teli a garza di tessuto-non-tessuto; oppure irrigare a pioggia frequentemente; oppure ancora fare dei trattamenti con quassia amara con l’aggiunta di 10 gocce di olio essenziale di lavanda per 10 litri di soluzione. Mescolare energeticamente per 10 minuti e irrorare più volte la sera. Per i trapianti delle lattughe e dei radicchi, e comunque di tutti gli ortaggi da foglia, è preferibile farlo in giorni con un impulso di acqua-foglie. Qualora non fosse possibile, è consigliato almeno fare l’ultima lavorazione sempre in giorni di acqua foglia e successivamente trapiantare appena si può. Quali giorni favorevoli indichiamo 5, 6, 16 e 24 (dopo le 10,30).
Se invece abbiamo cimici sui pomodori (cosa molto probabile in questa stagione)  che li rendono amari, si consiglia di raccogliere nelle ore più calde  le cimici e di metterle in un barattolo con poca acqua, lasciandole poi a macerare mescolando ogni tanto. Dopo 2-3 giorni si filtra e si diluisce il macerato in 10 litri di acqua con cui, di sera, si bagneranno le piante e il terreno limitrofo. Si ripete il trattamento ogni 5-7 giorni. Attendere 5 giorni prima di raccogliere i pomodori. In caso di forte infestazione rifare il trattamento anche per tre sere consecutive e poi dopo 5-7 giorni. Spruzzare il cornosilice sui pomodori ed altri ortaggi in giorni di frutti per aumentarne il sapore e la qualità. Per quanto riguarda la semina di fagioli e fagiolini sono consigliati i giorni di frutti : 9, 19, 27.

Giardino
Nel mese di agosto mettiamo a riposo le forbici per potare, in quanto ogni taglio, anche se piccolo, limita e blocca la crescita di ogni vegetale.
Moderiamo l’acqua nei prati in quanto, se è eccessiva, possono marcire. Se invece è troppo poca favoriremo la crescita di erbacce. E’ bene assicurarsi che l’acqua si possa asciugare fino all’irrigazione successiva.
In questo mese il parassita più temibile è l’acaro. Spesso è invisibile ad occhio nudo, ma nel giro di 3-4 giorni può bruciare le piante e i fiori. Interveniamo con Olio di neem con l’aggiunta di piretro naturale quando ci sono i primi sintomi. Oppure utilizziamo olio bianco minerale estivo insieme al piretro naturale. E’ sempre consigliato seguire le indicazioni in etichetta. Molti fiori e quasi tutte le piante in questo periodo gradiscono il macerato di ortica opportunamente diluito, ricco di elementi nutritivi e soprattutto dil ferro. E’ importante in questo mese aggiungere alle piante in vaso e in piena terra piccole dosi di microorganismi attivati (EMA) in quanto conferiscono una maggiore resistenza.

Frutteto
In questo periodo l’uva sta iniziando a cambiare colore e possiamo cogliere molte varietà di mele ed altri frutti. E’ il momento di spruzzare al mattino presto, previa dinamizzazione, il preparato biodinamico cornosilice (501), per tre volte con un intervallo di 3-5 giorni, facendo attenzione a preferire i giorni con un impulso di calore : 10, 17, 19, 27.
I trattamenti fitosanitari  sono minimi eccetto per i bruchi o altri insetti nocivi. Per questo ogni 15 giorni conviene trattare con olio bianco+piretro naturale per gli insetti in generale. Per i bruchi invece ogni 10 giorni con Bacillus Thuringensis, avendo cura di farlo sempre la sera molto tardi, quasi all’imbrunire in quanto il Bacillus Thuringensis è fotosensibile.
Nel caso le vostre piante siano deboli potete fare una pasta per tronchi biodinamica estiva.
Ecco come si prepara.
Ci si procuri una cariola oppure una bettoniera per l’edilizia o semplicemente un contenitore nel quale poter mescolare omogeneamente gli ingredienti ( solitamente si usa per miscelare un trapano-frullatore in uso nell’edilizia).
Gli ingredienti:
* 20 kg di argilla verde o bentonite. Va bene anche il prodotto della ditta Cerrus con il nome commerciale bentotamnio;
* 1 lt di yogurt; assicurarsi che abbia il Lactobacillus Acidofilus, Bifidobacterium, Lactobacillus Casei e il Lactobacillus bulgaricus; generalmente un buon yogurt contiene questi preziosi microrganismi;
* 2 litri di latte intero;
* 0,5 kg di zucchero;
* soluzione così composta: 50 gr di 500k (cornoletame compostato con i preparati biodinamici) dinamizzato in 10 litri di acqua pulitissima per almeno 20 minuti.
Mescolare energicamente aggiungendo gradatamente il preparato dinamizzato, fino ad ottenere una buona cremosità. Nel caso occorresse, aggiungere acqua leggermente tiepida.
Una volta preparata possiamo conservare questa soluzione per 3 giorni in cantina, ma è consigliabile spargerla subito. La si può spalmare sul tronco e i rami principali semplicemente con le mani, oppure con pennelli o una vecchia scopa. in modo omogeneo coprendo ogni fessura e mettendone uno strato di 3-5 mm.
La spalmiamo durante l’estate o nell’autunno anche in fase vegetativa. Quando eseguiamo questa operazione deve esserci bel tempo. Evitiamo i giorni sconsigliati dal calendario biodinamico : 13, 18, 23, 26( di mattina). E’ buona pratica poter irrorare alla sera tardi il preparato fladen colloidale sulle chiome degli alberi ma anche nell’orto e nel giardino per richiamare i lombrichi affinché siano numerosi e molto attivi durante l’autunno, periodo in cui dovranno lavorare molto. I giorni favorevoli sono 20, 21, 22.

 

Cosa ne pensi? Di' la tua
PREC. Farro, kamut e frumento e intolleranze SUCC. Bambini: indicazioni alimentari per l’estate
Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *