Come stimolare il cervello

9 settembre 2011
Anziano

Cibo per la mente

Il cervello attivo consuma molta energia che viene ricavata dai carboidrati (glucosio) e dall’ossigeno. È dannosa la carenza di ossigeno e la glicemia bassa e alta! Occorre un’alimentazione salutare, ricca di frutta e verdura, che sono fonte di preziosi principi come vitamine e antiossidanti, e comprendente anche frutta secca con guscio (noci, nocciole e mandorle), che apportano vitamine come la E, il calcio e altri elementi minerali, e pesce azzurro per il suo contenuto in omega-3. Gli estratti di Gingko biloba possono migliorare la circolazione cerebrale e perciò favorire l’attenzione, la concentrazione e la memoria. Ma per il loro impiego è consigliabile ricorrere all’aiuto del medico.

Esercizi e giochi per attivare gli organi di senso

Concentrarsi su quello che si sente (camminando all’aperto, nel bosco, al mare…), quello che si vede (colori, piante, animali…), quello che si tocca con le mani o con i piedi a occhi chiusi (diversi materiali naturali…). Riflettere sui gusti (acido, amaro, dolce…), sentire i profumi (di lavanda, rosmarino, vaniglia, aglio, menta, caffè…). Nell’aromaterapia (anche in questo caso è consigliabile affidarsi ad una persona esperta) vengono utilizzati come rimedi estratti dalle piante (essenze) per stimolare (rosmarino) o rilassare (lavanda) il sistema nervoso. Gli oli essenziali possono anche influenzare profondamente lo stato d’animo di una persona.

Attività che allenano il cervello

Leggere, scrivere (l’autobiografia, il diario, poesie…), imparare a memoria, inventare e raccontare storielle, giocare (carte, dama, scacchi…), ginnastica fisica e mentale, curare le relazioni sociali e tutto ciò che si fa con entusiasmo e creatività.

Cosa ne pensi? Di' la tua
PREC. Consigli per la seconda decade di settembre SUCC. Consigli per la terza decade di settembre
Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *