“Breve trattato sulla decrescita felice”

27 novembre 2009
Appuntamenti

decrescita-serenaSerge Latouche, professore emerito di scienze economiche all’Università di Paris – Sud, è considerato il padre del movimento della decrescita, un’esperienza economica ma anche politica che, partita come iniziativa di opposizione all’ideologia della crescita economica infinita, si è concretizzata in una serie di esperienze e di pratiche che stanno contagiando diverse famiglie, comunità, enti pubblici. Il libro è la summa del pensiero di Latouche, ne sintetizza l’evoluzione e ne descrive l’attualità, esempio dopo esempio, dagli Stati Uniti all’Italia. Dopo un’analisi precisa e documentata sugli studi e i pronunciamenti a livello internazionale che hanno provato come l’attuale modello economico non sia sostenibile non solo dal punto di vista ambientale ma anche umano, Latouche passa in rassegna le otto “R” su cui si basano le pratiche del suo movimento e su cui fondare il cambiamento sociale: Rivalutare (ovvero cambiare la scala di valori, mettendo al primo posto l’altruismo, la collaborazione, il tempo libero, la vita sociale, il locale, l’autonomia), Riconcetualizzare (o ridefinire / ridimensionare, ovvero vedere in un altro modo la realtà); Ristrutturare (cioè “adeguare l’apparato produttivo e i rapporti sociali al cambiamento dei valori); Ridistribuire (ripartire le ricchezze e l’accesso al patrimonio naturale); Rilocalizzare (produrre localmente la maggior parte dei beni); Ridurre (diminuire l’impatto dei nostri modi di produrre e consumare); Riutilizzare e riciclare. Principi che, se possono essere applicati a livello individuale e di comunità di famiglie (e di esempi ce ne sono molti anche in Italia, come le famiglie che aderiscono a Bilanci di giustizia), risultano molto più efficaci se declinati a livello di scelte politiche locali: dai criteri per le gare d’appalto per le forniture ai servizi pubblici, al rifiuto dell’uso dei pesticidi nella manutenzione dei giardini; all’investimento nel trasporto pubblico locale. Latouche chiude proponendo il programma politico della decrescita, da applicare sul piano dei governi. Non si tratta semplicemente dell’enunciazione di principi, ma di una descrizione dettagliata e concreta per applicare, a livello politico e macroeconomico, i principi della decrescita. Una sfida che i governi di oggi, impegnati a fronteggiare una crisi senza precedenti, dovrebbero raccogliere.

Serge Latouche

Breve trattato sulla decrescita serenza

2008, Bollati Boringhieri

Euro 9

Cosa ne pensi? Di' la tua
PREC. “Il dilemma dell’onnivoro” SUCC. Allenamento sportivo in inverno
Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *